Si svolgerà il 15 e 16 Settembre 2018 a Volpiano (TO) la 5 Edizione della Festa Medievale denominata “1339. De Bello Canepiciano. La Guerra del Canavese del XIV secolo”, giungendo al primo decennale del Progetto “De Bello Canepiciano”. Nasceva infatti nell’ormai lontano 2008 l’embrione del De Bello, una sorta di “edizione zero”, durante la quale alcuni gruppi storici piemontesi durante la fiera autunnale del paese, hanno creato un corteo per le vie del centro fino all’area del Castello. Qui, per la prima volta, venivano letti frammenti del testamento del Marchese Giovanni II Paleologo di Monferrato, morto in quelle stanze nel 1372. La giornata terminava con dimostrazione di duelli storici con il coinvolgimento del pubblico che poteva avvicinarsi all’arte della guerra del XIV secolo attraverso riproduzione di armi di varie tipologie.

Dal 2010 nel centro storico di Volpiano (TO) ha preso il via una manifestazione più strutturata che negli anni a seguire si è arricchita di contenuti sempre più coinvolgenti per un pubblico in grande crescita.
Questa 5 Edizione vuole celebrare il Decennale del progetto “De Bello Canepiciano”, un progetto culturale di studio e ricerca sugli avvenimenti storico culturali della guerra del canavese del 1300.
L’area dell’evento si è estesa molto dalla prima edizione e quest’anno vedrà al suo interno moltissime attività culturali e ricreative rivolte a tutte le età.
Molto ricca sarà l’offerta legata agli spettacoli proposti: giocoleria, musica itinerante, trampolieri e mangiafuoco si alterneranno in un continuo susseguirsi di colpi di scena senza eguali per terminare con il grande spettacolo notturno del Sabato sera . Quasi 400 figuranti fra armati, popolani, antichi mestieri e scene di vita quotidiana, allestiranno un autentico villaggio tipico dell’epoca. Si tratterà di uno scorcio storico molto particolare in cui sarà possibile entrare in prima persona negli accampamenti per visite guidate e vivere esperienze e situazioni proiettati nel XIV secolo. Il Marchese del Monferrato Giovanni II Paleologo conquista Volpiano nel 1339 e vi pone le basi per la conquista del Canavese: ecco davanti ai vostri occhi un vero e proprio accampamento militare con tanto di macchine d’assedio (trabucchi), tende, cavalli, arene da combattimento, taverne per il ristoro…

Sarà possibile visitare la fattoria didattica con i rapaci della associazione “Il Mondo nelle Ali” ed assistere al castello alle loro esibizioni straordinarie. Un vero e proprio spettacolo in cui animali ed uomo si incontrano in una dimensione fatta di gioco e spettacolo, nel rispetto dell’animale a 360 gradi.
Un grande spazio è dedicato ai giochi per i bambini: una arena allestita apposta per loro sarà disponibile per due giorni interi dove, con la supervisione di istruttori certificati, potranno avvicinarsi al mondo della scherma storica e partecipare a veri e propri combattimenti a squadre, in assoluta sicurezza e con le dovute protezioni ed accorgimenti. Sport, gioco e sicurezza sono le parole chiave delle nostre proposte ed attività. Anche quest’anno proponiamo La Grande battaglia al castello per i bambini che si svilupperà in un gioco di ruolo fantastico : una grande avventura gestita dalla Compagnia di San Giorgio e il Drago fatta di esperti educatori per le più giovani età, guiderà ben 140 bambini in una avventura senza eguali, coinvolgendo tutto il paese per circa 3 ore. (il gioco è su prenotazione. per informazioni tavoladismeraldo@msn.com ) . Una ampia area gioco sarà allestita dall’Oratorio San Giuseppe e un vero e proprio Asilo Medievale sarà gestito dal centro infanzia Lilliput di Volpiano.
Anche gli adulti avranno spazi per il gioco ed il divertimento: un gioco a tappe vi condurrà attraverso un percorso di prove divertentissime che culmineranno nell’investitura a cavaliere del “Sacrissimo Ordine del Cigno Zoppo”. Il gioco della gabbia e l’ordalia dell’acqua, l’area di tiro con l’arco, il lupanare, le passeggiate a cavallo.. impossibile annoiarsi.

E per le pause? sarà possibile rifocillarsi nelle taverne medievali allestite per l’occasione con proposte di cucina tipica semplice e stuzzichevole: la stupenda Taverna di San Carlo, la frizzante Taverna di San Maurizio sotto le Stelle, la caratteristica Taverna del Vialot e la storica Taverna di Sir Riboldi e molte altre possibilità di godersi un pizzico di soddisfazione eno gastronomica durante il percorso della festa faranno dell’evento un momento unico ed irripetibile.

Grande spazio è dedicato alla cultura con conferenze e mostre espositive: la mostra sulla “Tortura, stregoneria ed Inquisizione” a cura del Centro Ricerche e Studi sulla Stregoneria in Piemonte, la straordinaria mostra sull’ “Abbigliamento e moda nel XIV secolo” a cura di Samby – Ceazioni Sartoriali,  le mostre sulla storia del “Marchese Giovanni II Paleologo del Monferrato” e “Armi ed armature” a cura del Circolo Culturale Tavola di Smeraldo sono solo 4 delle molte possibilità di incontrare momenti di approfondimento storico nel De Bello Canepiciano. Le conferenze per questa celebrazione del decennale hanno raggiunto un livello eccellente: organizzate in collaborazione con la Associazione Terra di Guglielmo di Volpiano (TO) si svolgeranno al Palazzo Oliveri (Vicolo Fourat) e toccheranno tematiche interessantissime: dalla sessualità alla tintura dei tessuti, da tematiche di archeomedicina alla stregoneria, la morte nel medioevo, alimentazione ed arte della guerra. Uno sguardo speciale viene dedicato al Millennio della nascita dell’ordine Templare con la rassegna “I Templari: storia, mito e mistero”, realizzata in collaborazione con la casa editrice e centro studi Yume srl di Torino.

La Cavalleria storica del Marchese durante la manifestazione si esibirà in prove di abilità come la giostra all’anello, il saracino e la giostra all’incontro con le lance. Prove di abilità e dimostrazione di affinità con il cavallo verranno portate al pubblico per meglio avvicinare le persone a questi animali, da sempre compagni di vita per l’uomo in molti settori. Oggi il cavallo è associato allo sport o alla compagnia. Durante le due giornate il pubblico potrà conoscere un mondo nuovo, sportivo e ricreativo, legato all’equitazione. Sarà inoltre presente il Circolo Ippico “Il Pioppeto”, affiliato FISE, che proporrà piccoli percorsi a cavallo per grandi e bambini, avvicinando il pubblico all’equitazione attraverso momenti di conoscenza del cavallo e delle sue abitudini di vita in relazione all’uomo.

Il settore sportivo meglio rappresentato sarà senza dubbio la scherma storica nella sua nuova formula HMC (Historical Marzial Combat), sport da combattimento riconosciuto da CSEN e OPES (Enti di promozione sportiva affiliati al CONI) che schiera incontri singoli (duelli) e a squadre 3 vs 3, 5 vs 5, 10 vs 10. L’Italia ha la sua squadra Nazionale da ormai 7 anni e partecipa ai mondiali promossi dalle federazioni internazionali.
La partecipazione ai mondiali è subordinata ad una selezione nazionale che si configura come una vera e propria Coppa Italia (da qui HMC-Cup) a cui partecipano atleti provenienti da tutta Italia sia nel settore maschile che femminile. Il 15 & 16 Settembre a Volpiano verrà inaugurato il campionato italiano e si giocherà la prima tappa del medesimo, valida per le selezioni ai mondiali 2019.
Quest’anno avremo ospiti provenienti da molte nazioni europee (Svizzera, Inghilterra, Francia, Ucraina, Polonia, Germania).

Festa medievale dunque ma con numerosi momenti sportivi
– torneo scherma storica regolamento HMB e IMCF campionato italiano selezione per i mondiali 2019
– torneo scherma storica regolamento Trecentesco Italiano
– Torneo di scherma storica regolamento Hema in Armis (circuito Italiano Hema in Armis)
– Torneo di arcieria storica (campionato Piemontese 2018)
– Dimostrazioni di equitazione storica (giostre all’incontro con lance, all’anello e giochi d’arme)

Due piazze della manifestazione saranno collegate in LIVE STREAMING dal sito www.debellocanepiciano.it
Un tour virtuale del De Bello Canepiciano è stato messo a punto in collaborazione con Elisa Ferrero: sarà sufficiente scaricare l’Applicazione gratuita izi.TRAVEL, selezionare “De Bello Canepiciano” e cominciare a scoprire le novità della 5 Edizione 2018.
Per questioni di sicurezza l’accesso alla manifestazione sarà a numero chiuso con opportuni controlli alle porte di ingresso.
Tutti gli spettatori hanno l’obbligo di conservare il biglietto di ingresso per eventuali verifiche.  All’interno della manifestazione è vietato fumare.

Commenta